Rottura del tendine d’achille

Cos’è la Rottura sottocutanea del tendine d’achille

La rottura del tendine di Achille può essere acuta, in seguito a traumi diretti o indiretti, o degenerativa su base tendinosica. La sede della rottura è di solito a 2-6 centimetri dall’inserzione calcaneare, punto in cui la vascolarizzazione tendinea è minore.

Sintomi e diagnosi

  • Nel trauma acuto il paziente riferisce un evento traumatico con improvvisa sensazione di colpo associato a dolore; nelle lesioni croniche, può essere presente una storia di algia correlata a eventi microtraumatici e/o di sovraccarico funzionale.
  • La diagnosi viene effettuata mediante l’esame clinico e può essere completata da un esame ecografico o uno studio RMN.

Trattamento

L’intervento di elezione è la tenorrafia (sutura tendinea) che può essere effettuata a cielo aperto o con tecniche chirurgiche percutanee a cielo chiuso. Queste ultime hanno il vantaggio di ridurre i rischi di non-chiusura della ferita chirurgica e di infezioni e possono velocizzare il decorso ed i tempi di guarigione.

Nei casi di perdita di sostanza possono essere utilizzate strutture tendinee autologhe come rinforzo.