Neuroma di Morton

Cos’è il neuroma di Morton

Il neuroma di Morton consiste in un aumento di volume del nervo sensitivo interdigitale, provocato da uno stimolo irritativo cronico di natura meccanica. Stimolo che causa la crescita di tessuto cicatriziale fibroso intorno al nervo, subito prima della sua biforcazione alla radice delle dita.

Sintomi e diagnosi

  • Caratterizzato da dolore urente, trafittivo, localizzato in regione metatarsale plantare. I sintomi neurologici vengono riferiti come crampi spontanei e fastidiosa sensazione di ipoestesia o di iperalgesia. La localizzazione più tipica è il terzo spazio intermetarsale. Frequente la sensazione da parte del paziente la necessità di togliersi le scarpe a causa del dolore.
  • La diagnosi viene effettuata mediante l’esame clinico specialistico. Gli esami strumentali utilizzati per la conferma della diagnosi sono l’ecografia e la risonanza magnetica.

Trattamento

Il primo approccio di trattamento del neuroma di Morton è di tipo conservativo: terapie farmacologiche e fisiche, infiltrazioni cortisoniche locali e plantari.

Il trattamento chirurgico standard, invece, consiste nell’asportazione del tratto di nervo alterato (“neurectomia“) con una piccola incisione dorsale.

Dopo l’operazione il paziente deve portare una calzatura post-operatoria per tre settimane e può deambulare a tolleranza.

In alternativa all’intervento tradizionale può essere eseguita l’alcolizzazione ecoguidata del nervo e l’uso di radiofrequenze.

CASI CLINICI

neuroma di morton